Cosa fare con i dipendenti irresponsabili?

Cosa fare con i dipendenti irresponsabili?

Often managers face the fact that their teams are trying to shake off the responsibility, shifting the burden of unsolved problems to the boss or colleagues. Small cases of irresponsibility may go unnoticed by the managers: a shy and diligent employee may regularly do work for their lax colleague without notifying the manager. Or coworkers can cover each other lateness for work. Single cases of irresponsibility may easily be detected and eliminated with the help of employee monitoring software . However, if the majority of employees treat their duties irresponsibly, it is a severe blow to the company. You can find out why this happens and whether an employee is irresponsible at the job interview.

Diagnosticare l'irresponsabilità

In primo luogo, è necessario capire se il dipendente è guidato dalla paura o se è solo una caratteristica della sua personalità. Esistono due tipi di persone: alcune hanno davvero paura delle responsabilità e cercano di evitarle a tutti i costi, mentre altre non tendono a fare cambiamenti, sono conservatrici. È necessario stabilire chi è chi.

La tipologia può essere identificata durante il colloquio di lavoro ponendo al candidato domande specifiche. Non chiedete subito se è responsabile. È meglio fare un giro di parole e porre alcune domande come: "Le è stato affidato un compito, come lo ha risolto?", "Cosa ha fatto per uscire da una situazione?", "Ha raggiunto qualche risultato nella soluzione di qualche problema e qual è stato?".

Gestire i dipendenti irresponsabili

Un altro strumento valido per la diagnosi è il DISC. Si tratta di uno strumento di valutazione delle manifestazioni comportamentali. Mostra come una persona si comporta quando prende decisioni, influisce sugli altri, risponde ai cambiamenti e si adatta alle regole e ai regolamenti. In questo caso, la valutazione avviene sulla scala S (Steadiness). Essa rivela come una persona reagisce ai cambiamenti. Ad esempio, le persone conservatrici che si sottopongono a questa diagnosi di personalità imparano che la loro caratteristica sopra citata non è la paura, ma piuttosto il desiderio di stabilità. Possono essere descritte con parole come prevedibilità, coerenza e fermezza. Hanno un forte bisogno di sicurezza e di mantenere ciò che hanno. È il loro tipo di personalità.

Anche le conversazioni personali sono efficaci. Se vedete che un dipendente vuole cambiare qualcosa, dovete spiegare che i cambiamenti sono parte integrante del lavoro e della vita in generale. È una legge dell'ordine mondiale che nessuno può contestare. Il dipendente deve accettare questo fatto. Poi si può consigliare di scrivere i "pro" e i "contro" dei cambiamenti, prestando attenzione a tutti gli svantaggi. Se sono troppi, dovrebbe discuterne con i colleghi o con i superiori e chiedere loro consiglio o assistenza. In altre parole, per vedere come il dipendente potrebbe trasformare i contro in pro e chi potrebbe aiutarlo a farlo.

A volte la paura di una responsabilità extra è dettata dal fatto che una persona teme l'opinione pubblica. In questo caso, deve imparare a uscire dalla zona di comfort. Da parte del dipendente, può trattarsi di un premio e di una lode per ogni compito sgradevole portato a termine. Da parte della direzione, è bene assegnare al dipendente nuovi compiti che non è abituato a svolgere.

Questo tipo di persone tende a rimandare i compiti spiacevoli a dopo. Il consiglio, in questo caso, è di iniziare la settimana con questi compiti invece di rimandarli. Naturalmente, una volta terminato il compito, deve essere seguito da elogi sia da parte della direzione che del dipendente.

Se parliamo del primo tipo di persone che hanno effettivamente paura delle responsabilità, intendiamo più che altro un fattore psicologico - un trauma psicologico del passato. Se il dipendente capisce che il motivo è la paura, c'è solo un modo per andare avanti. Deve ricordare l'evento o la situazione passata che ha generato questa paura e riviverla. Ma questa volta è necessario fare un passo indietro e osservare la situazione dall'esterno, con una prospettiva positiva e un esito favorevole.

Alla domanda se la direzione debba affrontare il dipendente che ha paura di assumersi responsabilità, rispondo che tutto dipende dal tipo di personalità. Se la persona in questione vuole stabilità, potrebbe non valerne la pena e potrebbe essere più utile dire addio a un dipendente di questo tipo. Se invece la persona in questione è stata sottoposta a stress in passato, ovviamente la strada da seguire è quella di lavorare con lei per superare la situazione.

Nel complesso, è molto importante "testare" una persona in anticipo per determinare perché evita le responsabilità. Il resto del lavoro è a carico del dipendente: accettare o meno questa situazione e lavorare con le paure, i traumi psicologici, ecc.